Affrancazione – Quanto tempo??

Cosa si intende per affrancazione??

Per affrancazione si intende la rimozione del vincolo relativo al prezzo massimo di cessione e locazione degli immobili realizzati nei Piani di Zona, a fronte del pagamento di un corrispettivo da parte del proprietario dell’immobile a favore dell’Amministrazione Comunale.


Quale è la procedura da seguire per l’affrancazione??

Tu, proprietario dell’immobile oggetto di affrancazione o il tuo Tecnico delegato, dovrete presentare una formale istanza, comprensiva di tutti gli allegati, presso la U.O. Edilizia Sociale del Dipartimento Programmazione ed Attuazione Urbanistica del Comune di Roma.

Quanto tempo ha il Comune per rispondere alla tua domanda di affrancazione??

In base alla deliberazione della Giunta Capitolina n. 13 del 5 agosto 2016, che ha approvato le linee guida per l’attuazione delle deliberazioni n. 33 del 2015 e n. 40 del 2016 in ordine all’eliminazione dei vincoli sul prezzo massimo di cessione, nonché del canone massimo di locazione, gravanti sugli alloggi realizzati nelle aree destinate all’edilizia economica e popolare, la conclusione del procedimento dovrà avvenire nel termine massimo di 180 giorni dalla presentazione/protocollazione della tua istanza, salvo che il Comune non ti notifichi una richiesta di integrazione della documentazione da te presentata – in questo caso, il termine rimane sospeso e ricomincerebbe a decorrere dalla data in cui presenti la documentazione integrativa.

Successivamente, il Comune ti dovrà comunicare il corrispettivo per l’affrancazione, concedendoti un termine di 10 giorni per la tua accettazione.

Successivamente, nel caso di tua risposta positiva, seguirà la determinazione dirigenziale di accertamento e di autorizzazione alla stipula della convenzione integrativa per l’eliminazione dei vincoli, con determinazione dell’ammontare del pagamento dovuto quale corrispettivo dell’affrancazione.

A seguito dell’avvenuto versamento del corrispettivo per l’affrancazione, tu potrai procedere quindi con la stipula dell’atto notarile di rimozione dei vincoli ed alla conseguente trascrizione.

Se il Comune non rispetta il termine di 180 giorni per comunicarti il corrispettivo per l’affrancazione??

Vi è la possibilità di presentare ricorso al TAR (Tribunale Amministrativo Regionale) evidenziando il “silenzio/inerzia” del Comune.

In poco più di 3/4 mesi avrai fissata l’udienza a seguito della quale il Tribunale Amministrativo non solo obbligherà il Comune a provvedere entro 60 giorni a comunicarti il corrispettivo per affrancare e quindi eliminare il vincolo di prezzo ma molto spesso condannerà lo stesso Comune al pagamento delle spese processuali.

Basta quindi con le attese di anni – è tempo di agire!!!!


Se ti è piaciuto l’articolo condividilo sui social e compila subito il form contatti che trovi alla fine di questo articolo e sarai contattato subito per una prima consulenza in studio.

Ti consiglio di leggere anche i tanti articoli che ho scritto consultando la sezione News del sito.

 

Condividi l'articolo su: