Lastrico solare – ripetitore telefonico

Il proprietario di un lastrico solare in un condominio il quale decida di cedere a terzi, a titolo oneroso, la facoltà di installarvi e mantenervi per un certo tempo un ripetitore telefonico, o altro impianto tecnologico, con il diritto per il cessionario di mantenere la disponibilità e il godimento dell’impianto, e asportare il medesimo alla fine del rapporto, può essere costituito nei seguenti modi:

1) contratto a effetti reali,

2) contratto a effetti personali.

Contratto ad effetti reali

Lo schema negoziale a cui riferire il contratto con il quale le parti abbiano inteso attribuire al loro accordo effetti reali è quello del contratto costitutivo di un diritto di superficie il quale, attribuisce all’acquirente la proprietà superficiaria del ripetitore installato sul lastrico solare e può essere costituito per un tempo determinato nonchè può prevedere una deroga convenzionale alla regola che all’estinzione del diritto per scadenza del termine il proprietario del suolo diventa proprietario della costruzione.

Il contratto con cui un condominio costituisca in favore di altri un diritto di superficie, anche temporaneo, sul lastrico solare del fabbricato condominiale, finalizzato alla installazione di un ripetitore, o altro impianto tecnologico, richiede SEMPRE l’approvazione di tutti i condomini.


Contratto ad effetti obbligatori/personali

Lo schema negoziale a cui riferire invece il contratto con il quale le parti abbiano inteso attribuire al loro accordo effetti obbligatori (effetti personali) è quello del contratto atipico di concessione ad aedificandum di natura personale, con rinuncia del concedente agli effetti dell’accessione.

Con tale contratto il proprietario di un’area concede ad altri il diritto personale di edificare sulla stessa, di godere e disporre dell’opera edificata (ripetitore telefonico) per l’intera durata del rapporto e di asportare tale opera al termine del rapporto.

Detto contratto costituisce, al pari del diritto reale di superficie, un titolo idoneo ad impedire l’accessione ai sensi dell’art 934 c.c.

Il contratto atipico di concessione ad aedificandum di natura personale stipulato da un condominio per consentire ad altri la installazione di un ripetitore telefonico, o altro impianto tecnologico, sul lastrico solare del fabbricato condominiale richiede l’approvazione di tutti i condomini SOLO se la relativa durata sia convenuta per più di nove anni.


Se decidere ricevere ulteriori informazioni sull’argomento compila il form contatti

Si invita a visitare anche la pagina News del sito dove troverai moltissimi articoli di vario genere ognuno dei quali analizza diverse tematiche giuridiche.

Condividi l'articolo su: