Installazione pannelli fotovoltaici

In questo articolo ti andrò ad evidenziare se, l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto condominiale da parte di un singolo condomino, può essere eseguito senza la previa autorizzazione dell’assemblea condominiale.

Ebbene, parto subito con il dirti che, l’art. 1122-bis c.c. (norma introdotta dall’art. 7 della L. n. 220 del 2012 – Riforma condominio), consente al singolo condomino l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto condominiale senza l’onere di dover ottenere il preventivo consenso dell’assemblea condominiale.

La suddetta norma (art 1122 bis c.c.) deve essere infatti letta insieme all’art 1102 c.c. che testualmente prescrive quanto segue: “Ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto – a tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa“.

Pertanto, il singolo condomino è autorizzato all’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto condominiale senza il consenso dell’assemblea condominiale a patto che fornisca le seguenti prove:

  1. non lesione del decoro architettonico dell’edificio,

  2. non compromissione della stabilità e/o della sicurezza del fabbricato,

  3. nessun pregiudizio a danno degli altri partecipanti,

  4. nessuna alterazione della destinazione della cosa comune (il tetto condominiale deve continuare ad assolvere la naturale funzione di copertura).

Tanto premesso e considerato, al di fuori del tuo diritto di poter installare un pannello fotovoltaico sul tetto condominiale senza il preventivo consenso dell’assemblea condominiale per le ragioni che sopra ti ho esposto, per evitare inutili dissapori internamente al tuo condominio ti consiglio però di preavvisare sempre l’amministratore condominiale il quale fisserà apposita assemblea condominiale, sede nella quale ben potrai serenamente illustrare a tutti i condomini il tuo progetto (supportato da una apposita perizia tecnica che vada ad evidenziare come la tua opera “NON andrà ad impattare” sul decoro, stabilità, pregiudizio a danno degli altri condomini, alterazione della destinazione).

 

 

 

 

Condividi l'articolo su: